Storia UATV

L'inizio

L'UATV si è costituita nel settembre 2000, con atto notarile, adottando uno statuto da ONLUS. Ha rappresentato il coronamento di oltre un decennio di attività divulgativa svolta nel Trentino dal veneto Giancarlo Favero, con la collaborazione di astrofili trentini (Paolo Marchelli, Italo Dalmeri, Mirko Elena, Christian Lavarian e altri), dell'astronomo Claudio Pernechele, allora residente a Castello Tesino, e del geologo Giorgio Jobstraibizer di Marter.

L'associazione ha iniziato con 25 soci, che sono saliti presto oltre i 60. Con il contributo essenziale dei consiglieri Maria Rita Baldi, Michele Miconi e Carlo Nalin, l'UATV ha organizzato mostre di astronomia e serate di osservazione telescopica, ha svolto conferenze e corsi tenuti da ricercatori universitari e da valenti astrofili.

Fin dalla sua costituzione ha pubblicato il trimestrale "IL CiELADO", rivista di divulgazione astronomica e di comunicazione coi soci. Tra i suoi progetti più significativi l'UATV ha proposto al Comune di Castello Tesino la costruzione di un Osservatorio Astronomico in località Celado.

Con i contributi dei vari comuni presso i quali ha svolto la propria azione divulgativa, l'UATV ha acquistato i beni che sono raccolti nel suo Inventario.